Chiudere il cerchio

La definizione di economia circolare si basa sull’implementazione di strategie produttive e di consumo che riguardano l’intero ciclo di vita dei beni e che mirano ad instaurare dei cicli virtuosi, incentrati su concetti quali il “zero rifiuti”, “rigenerazione del valore” e “ciclo chiuso” . Il concetto di economia circolare si posiziona quindi al centro delle tematiche relative allo sviluppo sostenibile.

  • Energia rinnovabile nei siti produttivi
    Nel corso del 2020 il Gruppo ha stipulato per l’impianto di Namur, in Belgio, un contratto di fornitura di energia 100% green per il periodo 2021-2023, un impegno verso la sostenibilità ambientale che si aggiunge all’aggiornamento dei sistemi di gestione energetica degli stabilimenti..
  • Trasporto sostenibile
    Ad ottobre 2020 è stato siglato l’accordo tra il Gruppo e Geodis, azienda leader nel settore dei trasporti e della logistica internazionale, che permetterà alla nuova flotta di veicoli a basse emissioni di CO2 di trasportare in maniera sostenibile i prodotti dell’azienda, tra cui i sistemi ibridi e le pompe di calore, in gran parte del territorio italiano.
  • Verniciatura a basse emissioni
    Nello stabilimento di Genga, in Italia, è stato sperimentato l’utilizzo di un nuovo smalto che, attraverso una particolare formula, permette un risparmio della quantità di prodotto utilizzato pari al 10% in peso, quindi una diminuzione del cobalto contenuto nello smalto. Dopo la creazione dei report sui risparmi effettivi finali, l’ambizione del Gruppo sarà quella di implementare il progetto negli altri impianti.
  • Riduzione emissioni inquinanti
    Con l’obiettivo di contribuire alla sostenibilità del settore e rispondere allo stesso tempo alla crescente domanda di prodotti ecosostenibili del mercato europeo e internazionale, Ariston Group sta lavorando ad una nuova generazione di bruciatori con ridotte emissioni di NOx (sotto i 50 milligrammi per Nm3). Questi nuovi prodotti, altamente sostenibili, rappresentano un ulteriore miglioramento rispetto a quelli già esistenti, un impegno portato avanti anche attraverso training dedicati agli installatori, così da garantire il contenimento delle emissioni anche fuori dal laboratorio.
    Sempre nell’ambito della riduzione delle emissioni inquinanti, il Gruppo ha avviato in partnership con Snam il progetto i-GAP. L’intenzione è quella di sviluppare tecnologie per la progettazione e la produzione di pompe di calore ad assorbimento a gas naturale per l’uso residenziale, caratterizzate da un innovativo ciclo termodinamico, dimensioni compatte e adatte alla produzione ad alto volume. Queste soluzioni, facilmente integrabili nel sistema edificio-impianto,sono in grado di abilitare molti dei benefici energetici, ambientali ed infrastrutturali derivanti dalla diffusione di questa tecnologia di riscaldamento, supportando in modo attivo la penetrazione del gas per la progressiva decarbonizzazione del settore residenziale. L’impegno nella riduzione delle emissioni riguarda anche l’attività di ricerca e sviluppo nell’ambito delle fonti di energia rinnovabili. Ariston Group sta esplorando attraverso prove di laboratorio e
    sperimentazioni dedicate l’utilizzo dei biocombustibili, una soluzione green utilizzabile anche dalle caldaie a gasolio e per cui l’Azienda sta sviluppando una gamma di bruciatori dedicata. Ai combustibili biodiesel si aggiunge anche la sperimentazione dell’uso dell’idrogeno, quale possibile alternativa al gas naturale.
  • Tecnologie ad elevata efficienza energetica
    In linea con la forte accelerazione delle tecnologie rinnovabili, Ariston Group fornisce al mercato pompe di calore elettriche che contribuiscono non solo alla decarbonizzazione del settore in cui l’Azienda opera ma rispondono anche ad una crescente domanda di prodotti ecosostenibili in Europa, fortemente legata al raggiungimento dell’obiettivo di net-zero emissions al 2050.
  • Verniciatura a basse emissioni
    Il Gruppo è impegnato nell’implementazione di diversi progetti per l’efficientamento del riciclo dei dispositivi elettronici, mettendo a disposizione di installatori e distributori dei propri prodotti ad alimentazione elettrica un servizio di riciclo completamente gratuito. Mentre in Italia il Gruppo viene supportato dal consorzio ERION, in Spagna il servizio è offerto in collaborazione con ECOLEC, una fondazione al servizio dei clienti per servizi di raccolta rifiuti.
Ariston utilizza Cookie (propri e di altri siti) per offrire una migliore esperienza di navigazione. Una volta continuata la navigazione sul sito, se ne autorizza l’invio e l’uso. Per saperne di più o negarne il consenso clicca qui.